Il nuovo smartphone di Motorola, a $129

Il nuovo smartphone di Motorola costa $129 senza contratto, e quelli di The Verge dicono funzioni molto bene, per il costo:

The sales pitch from Motorola couldn’t be simpler: fast and responsive software, matched by reliable updates, encapsulated in a durable, customizable device.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Leftovers: cose non pubblicate (14 Maggio)

Questo materiale — pubblicato a cadenza settimanale — è riservato agli iscritti alla membership. Scopri cos’è la membership (ne rimarrai affascinato: è una cosa bellissima), oppure se già ce l’hai: effettua il login.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Aprire un Mac di 30 anni fa

Video: Aprire un Mac di 30 anni fa

La trasmissione di YouTube Computerphile ha aperto un Macintosh Plus (un Mac di 30 anni fa) per dargli un po’ più di RAM: da 2,5MB a 4MB.

PERMALINK COMMENTA TWEET

iOS 8 permetterà di affiancare le applicazioni?

Secondo alcune fonti di 9to5mac iOS 8 permetterà di visualizzare due applicazione in contemporanea su iPad, dividendo lo schermo in due:

iOS 8 is likely to supercharge the functionality of Apple’s iPad with a new split-screen multitasking feature, according to sources with knowledge of the enhancement in development. These people say that the feature will allow iPad users to run and interact with two iPad applications at once.

Questo faciliterebbe certi compiti che richiedono, oggi, di saltellare fra un’applicazione e l’altra, e permetterebbe anche di spostare i contenuti— come immagini o elementi testuali — fra le applicazioni con un semplice drag & drop.

 

PERMALINK COMMENTA TWEET

20 giorni con uno sconosciuto

Il MIT Media Lab ha sviluppato un’applicazione per condividere 20 giorni con uno sconosciuto: inviando la vostra domanda per partecipare al progetto, verrete messi in contatto con un’altra persona in un’altra parte del pianeta con la quale condividere — a parole e foto — le vostre esperienze, attività e pensieri per 20 giorni.

PERMALINK COMMENTA TWEET

A chi giova la rimozione della barra degli indirizzi

La prossima versione di Chrome potrebbe non avere più una barra degli indirizzi: gli URL saranno normalmente invisibili agli occhi del visitatore, mentre la barra di ricerca guadagnerà lo spazio lasciato libero da essi. Questo cambiamento non giova agli utenti, ma solamente a Google, ai social network, e alle altre aziende che hanno tutto l’interesse a rendere internet un luogo più centralizzato:

There’s been much debate about whether the URLs are ‘ugly’ or ‘beautiful’ and whether people really understand them. This debate misses the point.

The URLs are the cornerstone of the interconnected, decentralised web. Removing the URLs from the browser is an attempt to expand and consolidate centralised power.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Una lettera d’addio per Twitter

Douglas Bowman ha lasciato con un’appassionata lettera il suo lavoro di direttore creativo all’interno di Twitter:

As Biz says, Twitter is not a triumph of technology, it is a triumph of humanity. There is no other platform that offers what Twitter offers, and there is no other service that continuously reveals the collective pulse of our planet.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Wired Next Fest 2014

Questo fine settimana, dal 16 al 18 Maggio, c’è a Milano la festa di WIRED. Tra gli ospiti interverranno:

Lo scrittore Evgeny Morozov, da sempre critico sulla visione entusiasta della rete, con un incontro dedicato al rehab al tempo dei social network; il giovane Jack Andraka, che disserterà sulla ricerca scientifica ai tempi di Wikipedia; il giovane Andrea Vaccari e la sua avvincente storia professionale con Facebook e Mark Zuckerberg; l’indiano Deepak Ravindran, tra i maggiori innovatori emergenti under 40 in Asia; il politologo inglese Andrew Keen, che parlerà dei primi 25 anni del web; la giornalista Carola Frediani racconterà Deep web e Anonymous e si confronterà l’hacker Jaromil, programmatore di software libero, media artist e attivista; l’esperto di media digitali Bruce Sterling indagherà con Salvatore Iaconesi e Oriana Persico sugli oggetti e la società del futuro.

Io penso di farci un salto sabato 17. Sabato, fra gli altri, interviene anche Nicholas Felton.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Una visione del futuro da quelli che potrebbero inventarlo

Il New York Times ha posto a Peter Thiel (fondatore di PayPal), Ev Williams (Medium, Twitter e Blogger), Sebastian Thrun (a capo della ricerca per la macchina che di guida da sola di Google) e altri alcune domande sul futuro. Quale tecnologia sarà comune in dieci anni? Quale industria verrà resa obsoleta?

Hundreds or thousands of drones flying to and fro for all kinds of reasons. Getting a top-end college education without going to a physical campus. Cars driven by computers instead of humans.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Dimension Toolkit

Un’estensione di Chrome per testare la responsività di un sito.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Ripensare l’home screen di iOS

Jon Mitchell suggerisce di ripensare l’home screen dell’iPhone organizzando il sistema attorno ad azioni, piuttosto che applicazioni:

When you unlock your phone, you should be presented with all the basic kinds of actions you can take with your phone.

Ciò permetterebbe di ridurre il rumore dell’home screen, che diventa in poco tempo un disastro — poco immediato da navigare.

Al momento la cosa più simile a quanto da lui suggerito è un’applicazione di Contrast: Launch Center Pro.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Cinamatic

App: Cinamatic

Una nuova applicazione dagli stessi di Hipstamatic, ma per l’editing di video.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Il ritorno di Upcoming.org

Qua da noi non ha mai preso piede, ma io lo usavo comunque per eventi legati alla rete, come i barcamp (pochi capiranno o ricorderanno cosa sono). Upcoming.org era un calendario collaborativo sul quale era possibile segnalare la propria partecipazione agli eventi in corso in città, e scoprirne di nuovi poco conosciuti. Come gli eventi di Facebook, ma migliore. Era ottimo, poi però venne acquistato da Yahoo! e gli sviluppi finirono.

Andy Baio, il fondatore, ha riacquistato il dominio e si prepara a rilanciarlo. Cerca fondi su Kickstarter (è già ben sopra l’obiettivo prefissato).

PERMALINK COMMENTA TWEET

Instapaper Highlights

La nuova funzione di Instapaper, Highlights, permette di sottolineare parti di un articolo per salvarle in un proprio archivio. È una funzionalità che ho sempre desiderato, ritenendo non sufficiente e sempre piuttosto limitante salvare gli URL: sia perché un URL non dà alcuna garanzia sulla sua durata nel tempo, sia perché è più preciso archiviare direttamente i passaggi interessanti di un pezzo (senza doverli andare a ricercare).

Your highlights are seamlessly synced across all of your devices. We’ve also added the option for you to post automatically your highlights to your linked accounts.

Ah, anche il sito è stato totalmente ridisegnato.

PERMALINK COMMENTA TWEET

La metropolitana di Londra costruisce il suo “internet delle cose”

Video: La metropolitana di Londra costruisce il suo “internet delle cose”

La metropolitana di Londra, con una partnership con Microsoft Azure, ha riempito le sue linee di sensori, connessi a internet, in grado di raccogliere e analizzare dati sullo stato delle scale mobili, telecamere, ascensori e qualsiasi altro dispositivo:

The sensors are used for tasks like identifying when escalators vibrate oddly, which leads to pointing out potential mechanical issues before they actually occur. Metrics like power and temperature are recorded, along with additional information recorded by the sensors.

È una versione in miniatura (ma nemmeno troppo) dell’internet delle cose.

PERMALINK COMMENTA TWEET

I font di Hoefler & Co. su iOS

Hoefler & Co. permette — con un trucco — di installare sui device con iOS 7 tutti i loro font di cui possedete la licenza.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Gli RSS stanno benissimo

Forse pensate di non farne più uso, ma in realtà una tecnologia su cui fanno affidamento (magari dietro le quinte) diversi e tantissimi prodotti. Da The Old Reader:

There are millions of feeds out there, continually connecting users to their favorite content. Just about everything online except Facebook and Twitter is available via RSS. [...]

What makes RSS truly powerful is that users still have the control. The beauty of the system is it that no one can force you to be tracked and no one can force you to watch ads. There are no security issues I am aware of and no one ever has to know what feeds you subscribe to. This may be the last area of the Internet that you can still say things like this.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Qualcosa di totalmente diverso

CIT.

The future of the iPad is not to be a better Mac. That may happen by accident, just as the Mac eventually superseded the Apple II, but to pursue that explicitly would be to sacrifice what the iPad might become, and, more importantly, what it already is. Moreover, for those geeks clamoring for Mac features, why not just use a Mac? Ben Thompson

PERMALINK COMMENTA TWEET

Dietro i Google Glass

Hayley Tsukayama è stata costretta dal Washington Post a girare per una settimana con i Google Glass:

What I wasn’t prepared for was the attention. I was one of the few sporting Glass in D.C., and that means getting a lot of it.

Anyone who buys Glass should be ready and willing to be on display. Wearing Google Glass in public is like wearing a sandwich board that says “Talk to me!”. [...] Here’s a sample of what I heard (or overheard) in the week I spent with Glass from friends and strangers: “Is she wearing Google Glass?” “Is that what I think that is?” “Are you recording, like, right now?” “You look ridiculous.”

Qualsiasi device “nuovo” genera attenzione e stupore. Nei primi mesi il primo iPad mi procurò una schiera di curiosi nelle varie situazioni in cui mi capitò di utilizzarlo in pubblico — mi ricordo a Stoccolma, seduto in un hotel a fare colazione, un signore chiedermi perplesso cosa fosse; o in coda all’imbarco per l’aereo notare degli sguardi interrogativi rivolti al tablet.

Poi, pochi mesi dopo, divenne norma. La speranza è che, al contrario, quest’ultimo passo non si verifichi mai per i Google Glass.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Leftovers: cose non pubblicate (3 Maggio)

Questo materiale — pubblicato a cadenza settimanale — è riservato agli iscritti alla membership. Scopri cos’è la membership (ne rimarrai affascinato: è una cosa bellissima), oppure se già ce l’hai: effettua il login.

Da oggi è possibile provare la membership prima di sottoscriverla: significa che se decidi di cancellarla entro sette giorni nessun costo ti verrà addebitato. Iscriviti!

PERMALINK COMMENTA TWEET