gDisk


gDisk è un programma gratuito per Mac che permette di utilizzare il proprio account Gmail come disco rigido on-line. Purtroppo, però, le dimensioni di ogni singolo file che possiamo caricare cono massimo 20 Mb (a causa del limite imposto dalla webmail di Google).

Download di gDisk

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

OpenOffice.org compie 5 anni!!!


Sono passati 5 anni da quando Sun Microsystem ha donato alla comunity di OpenOffice.org il codice sorgente per la creazione del programma che adesso rappresenta un’ottima alternativa gratuita a quel programma che 2 minuti dopo la sua apertura si impianta…

PERMALINK COMMENTA TWEET

Addio eMac


Purtroppo ieri, all’Apple Special Event, fra le varie novità annunciate dalla Apple, si è vista la scomparsa dell’eMac, un computer introdotto dalla Apple nel 2002 per il settore educational, era l’ultimo Mac rimasto ancora con un tubo catodico. L’eMac non ha mai ottenuto un grande successo, comunque era un bel computer, con un design curato, un monitor da 17″ e un processore G4.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Ricevi le notizie del giorno nella tua inbox

Ogni mattina: 5 link selezionati con cura + le notizie del giorno ?

Il video dell’evento


Fai clic sull’immagine per vedere il video dell’Apple Special Event (iPod “video”, nuovo iMac, FrontRow e iTunes 6.0)

PERMALINK COMMENTA TWEET

Msn e Yahoo! Messenger


Msn e Yahoo! hanno siglato ieri un accordo che permetterà agli utenti dei due servizi di messaggistica istantanea di comunicare fra loro.
Dunque le persone registrate su Msn Messenger e quelle su Yahoo Messanger potranno inviarsi messaggi istantanei senza dover iscriversi a entrambi i servizi.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Apple Remote

è disponibile sull’Apple Store italiano al prezzo di 29 euro il nuovo Apple Remote che permette di controllare il vostro iPod a distanza.
Ecco cosa dice l’Apple Store:
“Controllate il vostro iPod da lontano. Riproducete, mettete in pausa, cambiate il volume e saltate avanti e indietro fra brani da una parte all’altra della stanza, il tutto grazie ad Apple Remote.”
Apple Remote include i pulsanti play/pausa, controllo volume e avanti/indietro.

Inoltre il telecomando, con il nuovo iMac G5, presentatao ieri all’Apple Special Event, permette di utilizzare il vostro Mac come un media center grazie al programma Front Row e di comandarlo a distanza. Come dice www.apple.it, la scrivania scompare e viene sostituita dall’elegante interfaccia di Front Row per darvi il controllo della musica di iTunes, delle foto di iPhoto, dei documenti video nella cartella Filmati e dei DVD che desiderate riprodurre.

Ecco alcune immagini di Front Row

PERMALINK COMMENTA TWEET

I video della Pixar sull’iTunes Music Store

Acquista i video della Pixar su iTunes

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET

FrontRow, il telecomando per il vostro Mac

Un’altra novità presentata dalla Apple è FrontRow, un telecomando per telecomandare il vostro Mac, il vostro iPod, iTunes, iPhoto o il DVD Player. Come si può vedere nella home di www.apple.com il nuovo Mac verrà già venduto con il telecomando all’interno

PERMALINK COMMENTA TWEET

Una nuova versione dell’iMac


Un’altra novità: una nuova versione dell’iMac con iSight integrata.
I prezzi della nuova versione del prodotto nello Store Americano sono $1299 per il modello da 17 pollici, $1799 US per quello da 20 pollici.

Vai alla pagina ufficiale su www.apple.com

PERMALINK COMMENTA TWEET

iTunes 6.0


Fra le varie novità presentate all’Apple Special Event è stata presentata una nuova versione di iTunes.
La nuove versione del software permette di regalare musica e di acquistare dei brevi filmati della Pixar e vari altri video al prezzo di 1.99 $.

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Nuovo iPod Video


è ufficiale, è appena stato presentato il nuovo iPod video (che andrà a sostituire l’attuale iPod).

Ci sono due modelli, uno da 30 e l’altro da 60Gb, a partire da 299$. L’utilizzo consigliato è quello di video musicali o brevi filmati, scaricabili da iTunes. Il nuovo iPod è disponibile in bianco e nero.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Un concorrente per RapidWeaver

RapidWeaver è un software per Macintosh che permette di creare un sito web molto facilmente con una possibilità di scelta di template molto ampia (e abbastanza buona). Recentemente è stata rilasciata la beta della nuova versione, la 3.2.

RapidWeaver, entro la fine del 2005, avrà un concorrente, il cui nome è Sandvox della Karelia Software. Questo nuovo programma, del quale per adesso non è disponibile una beta per il download, svolge le stesse funzioni di RapidWeaver, il sito infatti dice:

– Stylish Designs. Use page layouts built by professional designers.
– Seamless Website Creation. See your site develop in real time—no jumping between preview panes.
– Rich Text Editing. Write styled text easily and intuitively.
– Drag-and-Drop Assembly. Build your site quickly with content from other applications.
– Easy Hosting. Effortlessly publish your site on your Internet provider or on your own Mac.
– Optimized for Tiger. Built with Core Image, Spotlight, Safari’s WebKit, and Quartz Composer at its foundation.
– Advanced Features [for all you geeks]. Automatic RSS generation, custom page coding, highly extensible plug-in architecture for new designs and page templates.

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

Una cover per l’iPod Nano


iwoodnano

PERMALINK 3 COMMENTI TWEET

Un nuovo Apple Store a New York

Sabato 15 Ottobre a New York o, più precisamente, a Staten Island, aprirà un nuovo Apple Store.
I primi 1000 che entreranno in questo nuovo “shop” Apple riceveranno in regalo una maglietta nera e fra questi una sola persona otterrà il Digital Lifestyle Collection che contiene un iPod Nano, un iMac G5 17″ Combo drive, una Canon ZR100, una stampante Epson Stylus R200 e una fotocamera digitale Canon PowerShot SD300.

Vai al sito dell’Apple Store di Staten Island

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET

Un trimestre da record

Apple ha comunicato ieri sera i risultati fiscali dell’ultimo trimestre, terminato il 30 Settembre.

Ecco i dati:
– Sono stati venduti 6,451 milioni di iPod
– i Profitti dell’azienda sono quadruplicati
– Cresce anche la vendita di Mac 1,236,000 milioni.

Fai clic qui per leggere il comunicato stampa
Fai clic qui per vedere lo streaming della presentazione.

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

Le news dal Keynote

Sul sito di Macitynet, all’indirizzo http://www.macitynet.it/keynote/ il 12 Ottobre, a partire dalle 18.00, sarà disponibile una cronaca scritta delle news dell’Apple Special Event

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Il primo personal computer

Nel 1977 nasce l’Apple II, da molti considerato il primo personal computer prodotto su scala industriale.

Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976 avevano già costruito nel loro garage l’Apple I, un computer che però poteva essere appetibile solo ad un pubblico di appassionati di elettronica. Jobs desiderava rendere l’informatica accessibile a tutti quindi, rielaborando il progetto dell’Apple I, misero tutta l’elettronica in una scatola di plastica beige comprensiva di monitor e tastiera, dando così forma al personal computer che utilizziamo ancora oggi.

Apple II era dotato di un microprocessore MOS 6502 funzionante alla frequenza di 1MHz, la memoria RAM ammontava a 4KB (espandibili fino a 48-64KB), 8 alloggiamenti di espansione, un Integer Basic su ROM. Come memorie di massa erano utilizzati un registratore a cassette oppure uno/due drive per floppy disk da 5″ 1/4.
Solo successivamente Apple produsse il suo primo hard disk: il profile da 5 MB (il cui costo era inavvicinabile, il corrispondente di circa tremila euro).
L’Apple II era interfacciabile con stampanti e modem. Il sistema operativo era il ProDOS, i primi programmi erano rivolti per un uso da ufficio: Visicalc, Apple Writer, ScreenWriter, Wordstar ed AppleWorks che fu il primo integrato.
I linguaggi: Basic, Turbo Pascal, Assembler. L’Apple II aveva un design accattivante, costava solo 1.195 dollari (escluso il monitor), ed era fantastico anche per i videogiochi. Entro la fine del decennio la Apple sarebbe divenuta una società con crescite da record.

Da www.wikipedia.com

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Il Mac

Il Mac originale è stato il primo computer con una interfaccia grafica e un mouse di serie, a conquistare un vasto pubblico di utenti, e ad entrare prepotentemente nel mercato. Con questo grande successo Apple riscattò l’iniziale tiepida accoglienza riservata al Lisa, il suo predecessore, e dimostrò che l’idea del concetto di scrivania virtuale, che si basava su di una interfaccia WIMP (Windows, Icons, Mouse, Pointer) era vincente.

Da wikipedia.org

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

Un breve filmato

Il giorno che il Macintosh ha cambiato il mondo

PERMALINK COMMENTA TWEET

Nintendo Wi-fi…

Ecco la chiavetta USB che verrà messa in vendita da Nintendo per permetterci di connetterci al servizio http://nintendowifi.com/ direttamente dalla nostra console di gioco.

PERMALINK COMMENTA TWEET