iPod U2 Special Edition

Apple ha reintrodotto oggi la versione speciale dell’iPod dedicata agli U2.
Il nuovo iPod U2 Special Edition (disponibile per adesso solo negli USA) è dotato di una memoria interna di 40 GB, costa 329 dollari e con l’acquisto viene fornito uno speciale cupon per scaricare gratuitamente un video (della durata di 30 minuti) esclusivo dall’iTunes Music Store.


free web tracker

PERMALINK COMMENTA

❤️ Articoli consigliati

Un MacBook Pro per il gatto

Video

Un MacBook Pro per il gatto

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=DVViLIVgLtM]

Un proprietario di un MacBook Pro da 15″ ha deciso di lasciare giocare il suo gattino con il computer.
L’animale ha giocato per circa un minuto, saltellando sulla tastira e graffiando lo schermo all’apparire delle animazioni dei programmi, ed è molto strano che lo schermo sia rimasto integro.

  • Expensive cat toy (Youtube.com)


    free web tracker

  • PERMALINK 1 COMMENTO

    A presto un AppleBerry?

    Secondo Peter Misek, che in precedenza aveva indovinato riguardo all’accordo tra Intel-Rim (la società che produce i BlackBarry), Apple produrra il proprio “iPhone” insieme a Rim.
    Infatti le due società, sempre secondo Peter Misek, si sarebbero messe insieme per realizzare un BlackBarry con il quale potremo scaricare la musica da iTunes, ascoltarla e usufruire dell’email Push.

    Is the day near when you will get music on your BlackBerry and e-mail on your iPod?

    The idea of an “AppleBerry” partnership between Research In Motion Ltd. and Apple Computer Inc. was floated yesterday by Peter Misek, an analyst with Canaccord Capital Inc., who last year accurately predicted a partnership between RIM and Intel Corp.

    Such a deal would have huge merit because each company lacks what the other provides. RIM wants a firm foothold in the consumer market and Apple doesn’t have a presence in the booming wireless data sector, he said.

    The two might jointly develop a new device: Apple could create a cellphone combining its iPod music device with RIM’s wireless technology, or RIM might embed Apple’s iTunes music into a future BlackBerry, he speculated.

    Senior executives at Intel have recommended that Apple work with RIM, Mr. Misek said in a research note.

    “Yeah, it could make sense. Technically it could work,” said Jean-Louis Gassée, a venture capitalist in Silicon Valley who once oversaw Apple’s global products division and research and development. But he questioned whether the strong personalities leading the two companies could work together.

    “I want to see the two CEOs of RIM and [Apple CEO Steve] Jobs working together,” he said. “The thought of this ménage à trois is absolutely hilarious.”

    Both companies found success by controlling the hardware that runs their software, which could prove a point of contention during any negotiations.

    Indeed, a partnership between Apple and Motorola Inc. announced last year has yielded little because of efforts by each to control the hardware, analysts say. The two worked together on Motorola’s Rokr cellphone, which stores up to 100 songs from Apple’s iTunes on-line music store. But so far sales have fallen short of expectations.

    Both companies declined to comment on the speculation.
    [Via blobeandmail.com]

  • ‘AppleBerry’ device on the way? (iLounge.com)
  • AppleBerry might be the next big thing (theglobeandmail.com)


    free web tracker

  • PERMALINK COMMENTA

    Un display ampio per vedere i film sull’iPod

    La Sonic ha realizzato un accessorio per l’iPod che ritengo molto utile (nonostante, purtroppo, l’eccessivo costo: circa 240 euro).
    Il nome del prodotto è Sonic Impac k1 e dovrebbe essere un Display VGA-ish da 7 pollici supplementare per gli iPod di 5 generazione.
    Dunque è un accessorio che dovrebbe tornare molto utile a quelle persone che hanno sempre desiderato guardare i film sul proprio iPod ma lo schermo in dotazione abbastanza ridotto non consentiva una buona resa dell’immagine.

    PERMALINK 2 COMMENTI

    MicroMemo e XtremeMac Tango

    XtremeMac ha rilasciato due nuovi accessori per il proprio iPod, entrambi rivolti verso il mercato educational.
    Il primo si chiama MicroMemo, funziona con un iPod Video ed è un registratore vocale che permette di registrare appunti vocali, interviste, lezioni o altro. Il suo costo si aggira sui 50 euro.
    Il secondo accessorio è un sistema di altoparlanti 2.1 con subwoofer, il suo nome è XtremeMac Tango.


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    Supporta Bicycle Mind — se ti piace, ovvio, eh — così: acquistando su Amazon (partendo da qua), abbonandoti alla membership o con una donazione. Leggi di più

    Ecco il pc per gli over 55

    “Tutti insieme appassionatamente”. Con questo slogan, Eldy, un’associazione no-profit che ha come scopo la promozione dell’alfabetizzazione informatica e dell’accesso alle nuove tecnologie, sta per lanciare sul mercato una distribuzione del sistema operativo Linux studiata appositamente anche per coloro che non hanno mai avuto a che fare con un computer.

    In particolare, il progetto “Eldy” è destinato agli over 55 che trovatono difficoltà nel comprendere il linguaggio informatico, dai “blog” alle “chat”, dalle “e-mail” alle “url”. “Siamo convinti – spiegano gli ideatori del progetto – che creare un sistema informatico che abbia un’usabilità adatta a chi si avvicina per la prima volta al computer dopo i 55 anni, se accompagnato dallo sviluppo di contenuti adeguati che stimolino la curiosità degli utenti, contribuirà a ridurre il digital divide”.

    Il sistema operativo potrà essere installato (naturalmente con procedura semplificata) sui normali computer oppure su un hardware studiato ad hoc. Senza essere degli esperti gli utenti potranno navigare in internet, “chattare”, effettuare videochiamate, utilizzare i servizi di e-mail, guardare film e gestire contenuti multimediali, dalle foto alla musica, agli e-books. Non solo, avranno anche un accesso diretto alle notizie dell’ultim’ora, alle previsioni del tempo e a un programma di videoscrittura facilitato. La semplicità di utilizzo sarà caratterizzata anche da una veste grafica e un linguaggio (un esempio per tutti: “imbuca la lettera” invece di “invia l’e-mail”) pensati per essere comprensibili.

    La distribuzione Linux – basata su “Slax” e scaricabile per adesso soltanto da un’area dedicata agli sviluppatori – verrà messa in circolazione gratuitamente a partire dai prossimi giorni. E per il futuro gli sviluppatori pensano di poter integrare all’interno del sistema operativo anche programmi che aiutano la gestione della spesa sanitaria, delle autocertificazioni, dei servizi di “poste online”, “chiesa online” e commercio elettronico.

    [Via Repubblica.it]

    PERMALINK COMMENTA

    Google Heads

    Video

    Google Heads

    [youtube=http://www.youtube.com/watch?v=PlJNV0TkxIg]

    [Via Dave Winer Blog]

    free web tracker

    PERMALINK 4 COMMENTI

    The Spam Letters

    La marrior parte della gente quando riceve uno spam non perde nemmeno il tempo a leggerlo e lo butta direttamente nel cestino.
    Jonathan Land ha deciso di andare in controtendenza e, oltre a leggerlo, ha deciso anche di rispondere alle varie email/spam che riceve.
    Ha dunque pubblicato un libro, The Spam Letters, che contiente tutte le sue risposte alle lettere di spam ricevute nella sua casella di posta elettronica.
    Sul sito ufficiale del libro, sul quale potete leggere il 5 capitolo gratuitamente, potete inoltre trovare le nuove risposte alle nuove email indesiderate da lui ricevute.


    free web tracker

    PERMALINK 1 COMMENTO

    Il divorzio fra Disney e McDonald’s è stato voluto da Steve Jobs?

    Secondo il Los Angeles Times dietro la rottura fra Diseny e McDonald’s ci sarebbe proprio Steve Jobs che, da quando ha ceduto Pixar a Dinsey, fa parte del consiglio di amministrazione dell’azienda.
    Il giornale sostiene che la partnership fra le due aziende non poteva continuare perchè nel programma di Disney vi era la promozione di un programma di alimentazione corretto.
    Lo stesso Steve un anno fa aveva dichiarato che ci sono dei pro e dei contro riguardo questo tipo di alimentazione (fast-food) che sta preoccupando un numero sempre più crescente di persone.

    Sembra dunque che gli ultimi Happy Meals contenenti giochi Disney saranno quelli relativi al film/seguito della maledizione della prima luna e a Cars, infatti la partnership con Dinsey è stata prontamente rimpiazzata con una con DreamWorks che farà la sua comparsa con i giochi di Shrek 3.

    La Disney si preoccupa della saluta pubblica negli Stati Uniti e taglia così i ponti con la McDonald’s. In America un terzo dei bambini si possono considerare grassi ma aumenteranno al 50 per cento del totale entro la fine del decennio. I timori degli esperti sono rivolti al futuro: tre quarti degli adolescenti sovrappeso diverranno adulti obesi. Un terzo dei bambini nati nel 2000 possono aspettarsi di avere da grandi il diabete.
    La scelta della Disney è nato dall’impatto che l’«Happy Meal» del gigante del fast food ha sull’epidemia di obesità dilagante tra l’infanzia americana. La decisione della casa di Topolino è stata presa in vista dell’uscita di due prossimi film, “Cars” e “Pirates of the Caribbbean: Dead Man’s Chest”. «Vogliono prendere le distanze», hanno detto al Los Angeles Times molteplici fonti di alto livello dentro la Disney.
    UN SODALIZIO DURATO DIECI ANNI – Il matrimonio tra Disney e McDonald è andato a gonfie vele per un decennio, con gli Happy Meals per i bambini che allettavano i piccoli compratori allegando a hamburger e patatine fritte le figurine del pesciolino Nemo, dei dalmati della Carica dei 101 e di Mr. Incredible.
    ACCORDO DA UN MILIARDO DI DOLLARI – L’accordo, del valore di un miliardo di dollari, prevedeva ben 11 promozioni all’anno sette delle quali mirate specificamente ai pasti per bambini. La Disney aveva anche autorizzato il gigante del fast food ad aprire punti di vendita nei suoi parchi a tema. Tutto questo – ha scritto il Los Angeles Times – è cosa del passato anche a causa dell’ambivalenza dimostrata da Steve Jobs, diventato il maggiore azionista della Disney dopo il recente acquisto di Pixar, sull’uso di personaggi dei cartoni animati per vendere fast food durante la promozione di un film. Prodotti McDonald’s continueranno ad essere offerti nei parchi a tema mentre la casa di Topolino non ha escluso di continuare la relazione con promozioni legate a film per un pubblico più adulto.
    COCA COLA E PEPSI RINUNCIANO ALLE SCUOLE – La decisione della Disney è l’ultima presa in America per proteggere l’infanzia dall’esposizione a una dieta ipercalorica: la settimana scorsa i giganti delle bollicine come Coca Cola e Pepsi hanno accettato di ritirare le loro bibite gassate nelle scuole.

    [Via Corriere della Sera]


    free web tracker

    PERMALINK 1 COMMENTO

    Router fon a soli 4 euro

    A soli 4 euro, contro i 25 soliti, si può acquistare un ottimo router e si può far parte della comunità FON, con tutti i benefici che ne derivano.

    L’offerta scade alle 14,30 di domani 5 giugno, fino ad esaurimento scorte.


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    100 fastest-growing techs

    Apple Computer è salita al terzo posto (contro il 16 dello scorso anno) nell’elenco delle classifiche che sono maggiormente cresciute nell’ultimo periodo e che fanno dell’innovazione un elemento fondamentale.
    La classifica è stata stilata da CNN

    P.S. Microsoft non compare nell’elenco!!!


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    MintyBoost, il carica iPod fatto con una scatola di mentine

    Essere in viaggio con il proprio iPod completamente scarico è proprio una seccatura.
    Per ricaricarlo ci sono tre opzioni:
    1. O spendete 35 euro e vi comprate l’adattatore per la presa USB per caricarlo nelle normali prese della corrente
    2. O lo collegate al portatile….
    3. Oppure vi fabbricate la simpatica MintyBoost (con una scatola di mentine e delle normali pile stilo)…..


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    QuickTime 7.1.1 (Aggiornamento software)

    QuickTime 7.1.1 risolve un problema relativo a elementi di avvio di terze parti con computer Mac Intel. Corregge inoltre un problema di esportazione di presentazioni Keynote a iDVD.

    Avviso importante per gli utenti di QuickTime Pro
    L’installazione di QuickTime 7 disabiliterà la funzionalità QuickTime Pro nelle versioni precedenti di QuickTime, come QuickTime 5 o QuickTime 6. Se esegui questa installazione, dovrai acquistare una nuova chiave QuickTime 7 Pro al fine di recuperare la funzionalità QuickTime Pro. Dopo l’installazione, consulta il sito www.apple.com/it/quicktime per acquistare una chiave per QuickTime 7 Pro.

    PERMALINK COMMENTA

    Apple ricicla i Mac usati

    Come si legge sul sito di Apple la mela ha introdotto un programma (solo negli Stati Uniti) che consiste nel ritiro dei mac usati se se ne acquista uno nuovo.
    Sinceramente non vedo la convenienza, uno gli ridà il vecchio computer (che, sinceramente, è anche bello….) e non riceve nemmeno un piccolo sconticino sul nuovo.
    Io avrei preferito l’opposto (mi compro il nuovo computer e loro, in regalo, mi danno un modello vecchio, anche di 10 anni fa, che cmq è meraviglioso).

    CUPERTINO, California—May 31, 2006—Apple® today announced the launch of its free computer take-back program, offering US customers environmentally friendly recycling of their old computer when they buy a new Mac®. Beginning today, the Apple Store® (www.apple.com) and Apple retail stores will give US customers the option of recycling their unwanted PCs, regardless of the manufacturer.

    When a customer chooses to participate in the program, Apple will send an email with instructions and a label for free shipping and recycling. Customers simply package their recyclable equipment and attach the label provided. All equipment received by the program is recycled domestically and no hazardous material is shipped overseas.

    Apple’s recycling programs have processed more than 21 million pounds of electronics worldwide since 1994. Apple continues to offer a free iPod® recycling program through its US retail stores, providing environmentally friendly disposal of any unwanted iPod and a 10 percent discount on the purchase of a new iPod. The company also operates a free drop-off recycling service at its headquarters in Cupertino for used computer systems and home electronics.

    More information on Apple’s recycling programs and industry-leading environmental policies is available online at apple.com/environment.

    Apple’s free computer take-back program is offered to customers in the 48 contiguous United States.

    Apple ignited the personal computer revolution in the 1970s with the Apple II and reinvented the personal computer in the 1980s with the Macintosh. Today, Apple continues to lead the industry in innovation with its award-winning desktop and notebook computers, OS X operating system, and iLife and professional applications. Apple is also spearheading the digital music revolution with its iPod portable music players and iTunes online music store.


    free web tracker

    PERMALINK 1 COMMENTO

    Airbase….


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    MiniPlayer

    Era bello l’iPod Video che circolava un po di tempo fa, peccato che poi si fosse rivelato un fake.

    A quanto pare però, se a Apple il design non è piaciuto, a Meizu si, infatti ha realizzato un player (chiamato con il “fantasioso” nome di MiniPlayer) che è praticamente identico come design al concept di iPod Video che circolava un po’ di mesi fa.

    Il Player è disponibile in due colori (nero e bianco……mi ricorda qualche cosa), ha 4 Gb di memoria interna, una radio FM, un registratore vocale e uno schermo a colori ampio 2,4 pollici.
    Per quanto riguarda i file audio supporta MP3, WAV, OGG e WMA, mentre per i file video Xvid.

    La batteria dura 20 ore (se si ascolta la musica) o 6 (se si guardano i video).
    Clic qui per la pagina ufficiale del produttore.

    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    Porta i tuoi programmi sempre con te grazie a Data Traveler 2GB

    Ormai molte persone “caricano” sulla propria chiavetta USB dei programmi (come Skype, Firefox,…) in modo da averli sempre con se e poterli utilizzare (senza alcuna installazione) su qualunque computer.
    Kingston mette dunque in vendita Data Traveler 2GB, una chiavetta da 2GB che permette di utilizzare su qualsiasi computer il software “portable” che viene scaricato (gratuitamente o a pagamento) e aggiornato tramite il sito u3.com.

    La chiavetta costa 66 dollari ed è in vendita su Amazon per lo stesso prezzo (incluse le spese di spedizione).


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    Un computer a 149 dollari

    In Cina è in vendita un PC con Linux al costo di soli 149 dollari (che sarebbero circa 100 euro).
    Il computer (con un case molto simile al MacMini) è dotato di un Hard disk di 40Gb, un processore da 400 / 800 Mhz e 256 Mb di memoria Ram.

    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    Intrappolati per 45 minuti nell’ascensore dello store

    Solo dopo 8 giorni dall’apertura del nuovo Apple Store di 5th Avenue il meraviglioso ascensore di vetro si è incastrato intrappolando per ben 45 minuti all’interno di esso i suoi passeggeri.
    Interessante l’osservazione fatta da Engadget…. Apple poteva anche scusarsi con essi (per averli trattenuti per 45 minuti) e regalargli un iPod….No?


    free web tracker

    PERMALINK COMMENTA

    Microsoft FlexGo, più utilizzi il tuo PC e più spendi

    Un computer che si paga man mano che viene utilizzato, inserendo una carta prepagata al momento dell’accensione. La nuova trovata della Microsoft rientra nel programma 50×15, che dovrebbe permettere l’accesso a internet al 50% della popolazione mondiale entro il 2015. L’utente acquista il pc alla metà del prezzo originale e completa il pagamento in un tempo più o meno lungo a seconda della frequenza di utilizzo.

    La tecnologia utilizzata si chiama FlexGo e permette di usare il computer come se fosse un telefono, con un timer che conteggia il tempo residuo a disposizione. Secondo il vicepresidente di Microsoft Will Poole, in questo modo “si possono abbattere le barriere di prezzo di circa la metà”. Se l’idea avrà successo il colosso americano potrebbe allargare la propria clientela diffondendo la tecnologia informatica in quei paesi in cui per il momento è privilegio di pochi. Il modello “pay-as-you-go” verrà lanciato prossimamente in India, Messico, Russia e Cina; Poole si dice fiducioso soprattutto dopo l’esito positivo del test effettuato in Brasile nell’ultimo anno: ” In Brasile siamo riusciti in via sperimentale ad offrire un computer da 600 dollari per 300 dollari”.

    Risulta adesso chiara l’opposizione di Bill Gates al progetto OLPC (One Laptop Per Child) del concorrente Negroponte, che promuove un pc che si carica a manovella al prezzo di 100$, e che era stato definito dal patron della Microsoft “un’idea sgangherata”. La concorrenza tra i due gruppi per ridurre il gap tecnologico del terzo mondo si giocherà con armi diverse. Da una parte Negroponte, appoggiato da Google e Linux, punta sul prezzo stracciato, dall’altra il gruppo di Redmond, che conta tra i partner principali Intel e Amd, sponsorizza la flessibilità di pagamento. L’eventuale successo del “pc-ricaricabile” potrebbe estenderne la vendita anche negli Stati Uniti, dove molti consumatori non possono permettersi il costo di un laptop.

    [Via TgCom]

    PERMALINK COMMENTA

    Non ne hai avuto abbastanza?

    Leggi altri post