Non siamo morti, siamo solo un po’ occupati

iTunes London Festival '09 Pass

Come avrete vostro malgrado notato, il blog ha subito di recente una notelove riduzione di post e articoli. Le notizie sul mondo Apple scarseggiano e tardano ad essere scritte, ultimamente, da queste parti.

A mia discolpa, posso affermare con assoluta certezza di essere a Londra, e di aver per tale motivo poco tempo a disposizione per tenervi aggiornati. Fra un museo e l’altro, fra un Frappuccino e un Tall Americano, fra una visita all’Apple Store e un concerto all’iTunes Festival, il tempo per scrivere quello che Steve ha fatto, Apple ha lanciato e nell’App Store è uscito non è molto.

Posso però dirvi anche che la redazione di Mac Blog (composta solo ed esclusivamente da me) rimarrà a Londra fino al 3 Agosto. Dopo tale data, supponiamo di poter essere di nuovo in grado di fornirvi una copertura decente e dettagliata su quel gravita attorno alla mela.

Non disperatevi troppo in nostra assenza.

Sinceri saluti,

la numerosa e popolosa redazione di Mac Blog.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Google Latitude arriva sull’iPhone, ma senza stupire

Sono passati alcuni mesi da quando Google aveva annunciato di star lavorando a una versione per iPhone di Google Latitude, un suo nuovo servizio che consente di geolocalizzare se stessi e i propri amici, in modo da sapere quali si trovano nelle vicinanze e far sapere a propria volta dove si è.

Ora Google ha mantenuto fede alla sua promessa e ha finalmente rilasciato una versione per iPhone del sito; purtroppo non un’applicazione installabile nel dispositivo ma una triste web app.

Nessuna sorpresa: era infatti stato esplicitato chiaramente anche in passato che non si sarebbe trattato di una applicazione in vendita dall’App Store, ma di una versione speciale del sito adattata al dispositivo.

Purtroppo, seppur ben realizzata, seppur capace di localizzarci sulla mappa instantaneamente con un veloce click, seppur in grado di fornirci un utile elenco degli amici e della loro relativa posizione, questa decisione senza dubbio non consentirà a Google Latitude di avere il successo e l’utilità che avrebbe potuto avere se gli fosse stata costruita un’applicazione apposita, attraverso la quale sarebbe stato possibile tracciare i propri spostamenti anche in background.

Sembra tuttavia che tale scelta sia stata suggerita anche da Apple, che ha preferito che Google non creasse confusione ai suoi utenti rilasciando un’applicazione simile a Maps, che ad alcuni avrebbe potuto sembrare un doppione. E’ forse plausibile, in tal caso, che in un futuro Google Latitude venga integrato in Maps. Speriamo sia così.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Dove la compro?

Ne parla il The Sun: si tratta di una nuova applicazione per iPhone, chiamata iPot, in vendita a due dollari circa, che vi permette di trovare, complice il GPS, il rivenditore di cannabis più vicino a voi. La cosa più interessante è che Apple, che con l’App Store ha dimostrato apprezzare molto la censura nel caso di applicazioni strane, l’ha approvata.

Aspettate, però: funziona solo negli Stati Uniti e, anche in quel caso, solo negli stati in cui l’uso è stato legalizzato su prescrizione medica.

[Via Wittgesteing]

PERMALINK COMMENTA TWEET

I nuovi iPod Touch avranno la fotocamera

Da alcuni giorni si discute su come potrebbe essere il futuro iPod Touch e, fra le tanti ipotesi, la più probabile e condivisa sembra essere che Apple decida di inserire una fotocamera anche nel fratello minore dell’iPhone.

Seppur non vi sia nessuna conferma ufficiale proveniente da Cupertino, iniziano a circolare degli indizi in rete che potrebbero validare questa supposizione e anzi aggiungerne una nuova: ovvero che anche il Nano avrà una fotocamera integrata.

Le conferme giungono dal fatto che un grosso produttore di case per iPhone ed iPod cinese pare abbia già iniziato a distribuire le custodie dei nuovi modelli ad alcuni rivenditori americani, cosa che senza dubbio non avrebbe mai fatto se non avesse avuto prove certe dell’esistenza di questi modelli, in futuro. I case rivelano in tal modo la presenza, appunto, di una fotocamera (centrale nel caso dell’iPod Touch, laterale come nell’iPhone nel caso dell’iPod Nano) e le dimensioni esatte dei futuri player della mela.

La prossima conferma, quella definitiva, è attesa a Settembre, mese in cui si pensa Apple lancerà i nuovi iPod Touch.

[Via Cult of Mac]

PERMALINK COMMENTA TWEET

La RAM segreta dell’iPhone 3GS

Ciò su cui punta l’iPhone 3GS e da cui deriva il suo stesso nome è la velocità. L’obiettivo e il tentativo di Apple creando questo nuovo iPhone è stato quello di fornire un device molto più veloce del suo precedente, più veloce nell’eseguire le operazioni, nell’aprire le applicazioni, nello svolgere ciò per cui è stato progettato.

Ma se c’è una cosa che è passato piuttosto in sordina, riguardo questo nuovo iPhone, è l’aumento di RAM che ha subito. E’ stata Apple stessa a tenere nascosto il tutto, tralasciando i dettagli relativi perfino nella pagina di Apple.com in cui sono elencate le specifiche del dispositivo. E l’aumento della RAM non è assolutamente secondario; al contrario è stato fondamentale per permettere al device di vantare quella S a fianco del nome.

Se il vecchio iPhone, quello solamente 3G, aveva una RAM di 128mb, quello nuovo ne ha invece una di 512. Lo stesso vale per la CPU, salita da un ARM 11 di 412 MHz a un RM Cortex di 600 MHz.

Come si nota dai precedenti dati, la RAM è praticamente duplicata nel corso di un anno, col risultato che qualsiasi applicazione stiate usando vi ritroverete con circa cinque o dieci volte memoria libera in più che con il precedente modello.

Questo, è probabilmente ciò che ha permesso all’iPhone 3GS di risultare, a chi lo utilizza, così immediato.

[Via taptap.com]

PERMALINK COMMENTA TWEET

Come far fallire il Palm Pre

Video: Come far fallire il Palm Pre

Secondo me la pubblicità studiata dalla Palm per pubblicizzare il Palm Pre (che è pure piuttosto carino) è decisamente inguardabile.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Sciopero

Scrivere oggi, su qualsiasi tema, informatico o non, è come pugnalare di propria iniziativa il proprio blog.

(Oggi non si leggono articoli. Niente feed, niente post. Oggi si sfoglia questo sito: Diritto alla rete)

PERMALINK COMMENTA TWEET

Lo shock da Mac

Ogni tanto incontro switcher, gente che dopo aver patito con Windows è finalmente passata a Mac. Ce ne sono di due tipi: quelli felici e quelli perplessi. I primi gioiscono perché non devono più preoccuparsi delle magagne di Windows. Quelli perplessi sono contenti e un po’ non ci credono. Tutto quel tempo prima sprecato a cercare compromessi con un sistema che rema contro, improvvisamente si libera e torna tuo. Dove sta il trucco? E quasi sognano di tornare alle vecchie sicurezze, alle piccole vittorie sulle grandi frustrazioni: il bastardo si è bloccato ancora, ma ho reinstallato tutto. Ci ho messo una giornata, eh, però l’ho fregato… Gli switcher vanno capiti. Il combattimento quotidiano con Windows talvolta è un modo di sentirsi vivi e attivi. Scoprire che è inutile può essere uno shock.

Lucio Bragagnolo su Macworld n°194, pagina 24 (via maxime)

Il passare da Windows – per esempio – a Mac è davvero uno shock. Tutto il tempo che impiegavi a lottare contro il sistema (il sistema windows, certo, cosa avevi capito?) adesso può essere dedicato alla produttività. Solo che non sai mica cosa fare, passi il tempo a guardare lo schermo, e poi ti iscrivi a qualche social network.

Phonkmeister

PERMALINK COMMENTA TWEET

Addio, iPod Nano

Cambio di tendenza per Apple, che dopo aver passato gli ultimi anni alla ricerca del Mac sempre più piccolo e alla realizzazzione dell’iPod sempre più tascabile, decide di puntare con un nuovo modello di iPod sulla larghezza delle sue creazioni, andando a realizzare un player gigante, grande quasi come una persona.

Un intero nuovo settore si apre. Nuove custodie, ma soprattutto nuovi sistemi di strasporto: carriole e altri oggetti simili stanno per essere sfornati per permettere a tutti di portare in giro il proprio iPod. E mentre noi dovremo attendere ancora alcuni anni per averlo, qualcuno già lo possiede. E’ Paul Smith, che alcuni giorni fa l’ha ricevuto da Jonathan Ive in persona come regalo di compleanno.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Perchè aggiornare l’iPod Touch al firmware 3.0 non è una buona idea

Quando alcune settimane fa uscì il firmware 3.0 per iPhone ed iPod Touch io, che il secondo lo possiedo, mi rifiutai di aggiornarlo, non tanto perchè non mi piacesse ma perchè ritenevo, e ritengo tuttora, che far pagare circa 8 euro per un aggiornamento sia una vergogna, soprattutto nel caso dell’iPod Touch di prima generazione a cui sarebbero state aggiunte, delle funzioni più interessanti e nuove, giusto spotlight e il copia e incolla.

Ora risulta che la mia decisione non è stata pessima e che, al contrario, il rigetto del nuovo firmware dovrebbe essere adottato anche da altri. PCMag ha infatti preso in mano un iPod Touch di seconda generazione e ha tentato di verificare il tempo di avvio nel caso in cui sia il firmware 2.2.1 a farlo funzionare o nel caso in cui si abbia installato il nuovo OS 3.0. E’ risultato che nel primo il tempo di avvio è di 19 secondi, nel secondo di 29. Fosse solo questo non sarebbe un problema, ma è risultato con altri successivi test che il rallentamento è esteso a tutte le applicazioni installate, come una tabella riassuntiva ben espone.

Otto euro per rallentare l’iPod Touch? No, grazie.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Growl sbarca sull’iPhone

Growl è considerata da molti Mac Users un’applicazione indispensabile, la prima che ogni possessore di un nuovo Mac dovrebbe installare.

Grazie al software 3.0, e alla possibilità di utilizzare le notifiche Push, si è tentato di portarla anche sull’iPhone, ed è da questo tentativo che è nato Prowl. In vendita a 2,39 euro sull’App Store, permette di ricevere sull’home screen del dispositivo tutte i messaggi di Growl che passano sul proprio Mac, quindi l’arrivo di un nuovo messaggio instantaneo o la conclusione del download di un torrent.

PERMALINK COMMENTA TWEET

L’App Store compie un anno

Fra pochi giorni, il 10 Luglio, l’App Store compirà un anno, cosa che Apple ha ben pensato di ricordare a tutti noi creando una pagina in cui raccogliere le migliori applicazioni, quelle più interessanti e riuscite.

E anche se forse potrà sembrarvi una data poco importante, sicuramente per l’iPhone è stata una tappa decisiva, che ha contribuito enormemente alla sua crescita. Tornando indietro, sembra veramente triste pensare di nuovo a quel periodo in cui si era limitati alle sole web app e non era concessa l’installazione di nessun software di terze parti, sul telefono della mela. Sembra, al contrario, che la successiva scelta di creare l’App Store sia stata decisamente azzeccata e abbia contribuito, da sola, al successo del device, attraverso killer apps di cui altri dispositivi non potevano vantare.

PERMALINK COMMENTA TWEET

iPhone 3GS vs Nokia N97

Video: iPhone 3GS vs Nokia N97

Il nuovo iPhone 3GS e il Nokia N97 messi a confronto. Un video interessante; soprattutto se, come è capitato a me, ogni volta che entrate in un rivenditore Tim alla vana ricerca dell’iPhone 3GS il negoziante, che l’ha esaurito, vi suggerisce di acquistare il Nokia N97, piazzandovelo orgoglioso davanti agli occhi.

[Via P@ssioneMobile]

PERMALINK COMMENTA TWEET

L’iDisk approderà sull’iPhone

Finalmente dopo molto tempo sembra che Apple si sia decisa a portare la funzione iDisk di MobileMe anche sull’iPhone. Attraverso un’apposita applicazione, che l’azienda promette di rilasciare gratuitamente a giorni nell’App Store, tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento a me.com avranno la possibilità di accedere dal dispositivo ai file conservati nel loro iDisk. I formati più comuni, documenti e presentazioni Microsoft Office e iWork ’09, PDF e altro, potranno essere aperti senza nessun tipo di problema. Sarà sufficiente toccare il documento per accedervi e pizzicare lo schermo per zoomare.

Peccato che non vi sia l’ombra di nessuna funzione che ne permetta la modifica. Per ora, si suppone che sia permetta la sola visione dei documenti conservati.

PERMALINK COMMENTA TWEET

La lotta contro i Tweets poco interessanti

Video: La lotta contro i Tweets poco interessanti

Un filmato, una parioda, sulla Twitter Police, ovvero una finta polizia dedita a tener sotto controllo Twitter, impegnata nel limitare il gigantesco numero di messaggi giornalieri noiosi, senza senso e poco interessanti.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Facebook 3.0 per iPhone è in arrivo

Una nuova versione dell’attuale client di Facebook per iPhone è stata sviluppata e sarà disponibile per il download, gratuito, attraverso l’App Store prossimamente, entro pochi giorni. E’ stata Facebook stessa a rivelarlo, lasciandosi scappare anche una lista delle principali novità che caratterizzeranno la versione 3.0 di Facebook per iPhone.

Era da molto che si attendeva un rinnovamento dell’applicazione; soprattutto da quando, a seguito del restyling del sito, questa deficiava di alcune importanti nuove funzioni, come la possibilità di esprimere il proprio gradimento per gli elementi pubblicati dai propri amici. Con Facebook 3.0 tuttavia si avrà:

  • Una nuova schermata principale da cui raggiungere facilmente le diverse sezioni del sito.
  • Possibilità di utilizzare la funzione “mi piace”.
  • Eventi, inclusa la capacità di rispondere confermando la propria partecipazione.
  • Capacità di creare nuovi album fotografici.
  • Possibilità di ingrandire le fotografie.
  • Uno spazio da cui scrivere e leggere le note.
  • Un photo tagging più facile.
  • Possibilità di aggiungere alla schermata principale i profili e le pagine preferite, in modo da raggiungerle velocemente.
  • Delle notifiche più efficaci.

Purtroppo la funzione che tutti più attendevano, ovvero le notifiche Push, non vedrà la luce in questa versione ma nella sua succevvisa, 3.1, il cui rilascio è previsto, almeno così pare per ora, durante l’estate.

[Via Facebook]

PERMALINK COMMENTA TWEET

A giorni sarà disponibile l’iPhone 3GS con Tre Italia

La compagnia telefonica 3, che alcune settimane fa aveva annunciato avrebbe cominciato a vendere anche lei l’iPhone, come già fanno Tim e Vodafone, continua a spostare la data in cui il cellulare Apple sarà disponibile presso la compagnia.

Scrive infatti sul suo sito che l’iPhone 3GS sarà in vendita da Luglio nei negozi tre, ma Luglio è arrivato e del device nemmeno l’ombra. Forse perchè quel “da Luglio” è piuttosto generico, e potrebbe anche essere che diventi metà mese, o due settimane dopo l’inizio di Luglio. Sul suo account ufficiale di Twitter fa sapere che è questione di giorni, e speriamo sia vero.

Comunque, chi fosse interessato ad acquistare il device con la suddetta compagnia, può lasciare i propri dati in una pagina web appositamente creata, in modo da venir contattato via mail, non appena l’iPhone sarà disponibile.

PERMALINK COMMENTA TWEET

Nuove pubblicità per l’iPhone 3GS

Video: Nuove pubblicità per l’iPhone 3GS

Le reti americane stanno trasmettendo da ieri due nuovi spot dell’iPhone 3GS; uno dedicato al copia e incolla, l’altro al nuovo Voice Control.

In attesa di vederli anche noi ripetutamente, fino a che non ci usciranno dagli occhi, sulle nostre reti, con l’orribile marchio TIM alla fine di ogni spot, possiamo iniziare a guardarli su YouTube :)

Read more »

PERMALINK COMMENTA TWEET