Lowerkey Stand, un accessorio perfetto per il proprio iMac

I possessori di un iMac forse potrebbero apprezzare Lowkey stand, un accessorio elegante in cui nascondere la Keyboard dell’iMac e, al tempo stesso, poggiarci sopra il computer.

Lowkey stand si abbina perfettamente al computer della mela, per il suo design e per le sue linee eleganti, e ne amplia le possibilità, permettendo, oltre a quanto descritto sopra, di avere un HUB USB di 4 porte, aumentando in tal modo le due di defaut del computer. In linea con la grafica dell’iMac, renderà ancora più elegante la vostra scrivania.

L’accessorio ha un costo di 60 dollari ed è prodotto dal sito MacEssity.

[Via Applesfera]

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET

Scritti un anno fa: non ci sono articoli, per questa data

Mac Bag

Alle custodie disponibili per Mac Book Air, tutte fino ad ora realizzate nello stile della busta Manila da cui Steve Jobs ha estratto il portatile al Macworld, se ne va ad aggiungere un0altra, in linea con le precedenti ma forse leggermente più elegante.

Si chiama Mac Bag, realizzata da StudioLenung, ha una dimensione di 34.5 x 24.7 x  22 mm, è resistente all’acqua ed è fatta con del cotone. Purtroppo, per ora, non sono noti ne il prezzo ne la possibiltà di dove o come acquistarla.

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Lo stile dei messaggi dell’iPhone per Growl

Growl è un utile programma, fra l’altro uno dei più apprezzati e utilizzati per Mac, che invia automaticamente notifiche a lato dello schermo del computer ogni qual volta finisca una determinata operazione o ci sia una novità: qualcuno tenta di contattarvi su AIM, cambia la canzone in riproduzione in iTunes, ricevete una nuova email e cose di questo genere.

Lo stile di defaut dei messaggi, quelli che vi avvisano, è molto bello e può essere comunque personalizzato a piacimento con i molti disponibili in rete, creati dagli utenti. A tal proposito segnalo iPhonesque, che imita lo stile dei messaggi “Pop” dell’iPhone, potendoli in tal modo avere anche sul Mac.

Eleganti, semplici e semplicemente appaganti dal punto di vista grafico. Dopotutto sono frutto di Apple, e non potevano essere altrimenti.

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

Ricevi le notizie del giorno nella tua inbox

Ogni mattina: 5 link selezionati con cura + le notizie del giorno ?

Scopri come farlo. Col Mac.

Oggi Apple ha dato vita a una nuova sezione del suo sito: Find out how, dedicata a spiegare come svolegere determinati compiti con il Mac, grazie a tutorial video, o semplicemente testo, divisi nelle seguenti categorie:

  1. Mac OS X
  2. Photos
  3. Movies
  4. Web
  5. Music
  6. Documents

Le informazioni che si possono apprendere da questi tutorial potrebbero tornare utili a tutti i nuovi arrivati sul Mac, ancora inesperti del nuovo computer, o a coloro che hanno intenzione di passare ad Apple ma vogliono avere una panoramica chiara e completa di cosa offre e come lo offre.

Interessante è anche la possibilità di iscriversi sotto forma di podcast a queste “lezioni” attraverso iTunes, in modo da conservare i video nel proprio Hard Disk, per una successiva visione, e poterli vedere anche dal proprio iPod.

Per ora il tutto è disponibile in lingua inglese, e non si sa se Apple abbia intenzione o no di tradurlo in italiano. Solitamente, però, questo genere di iniziative della mela sono destinate a rimanere estranee dal nostro paese.

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET

La storia di Apple.com in video

Video: La storia di Apple.com in video

Più di un anno fa avevo pubblicizzato in un articolo una galleria fotografica che raccoglieva i cambiamenti subiti da Apple.com nel corso degli anni. A partire da questa galleria un altro Mac Geek ha creato questo video, che in 4 minuti permette di ripercorrere la storia del sito della mela, vedere i cambiamenti subiti e i vari prodotti che in tutto questo tempo, dalla sua creazione ad oggi, hanno fatto la loro comparsa in homepage.

PERMALINK 5 COMMENTI TWEET

Come trasformare WordPress in Twitter

Torno a parlare di Twitter, a distanza di una giornata dopo il post di ieri, per presentare una novità di WordPress.com, chiamata Prologue, che permetterà da oggi di trasformare questa famosa piattaforma di blogging in un Twitter Clone.

Prologue è essenzialmente e semplicemente un tema minimale per WordPress che permette di trasformare un blog multiautore in un servizio del tutto simile a Twitter, con una timeline pubblica e la possibilità in homepage, per gli utenti registrati, di pubblicare il proprio pensiero, che potrà essere taggato e commentato dai visitatori del sito.

A cosa potrebbe servire tutto questo? Uno dei suoi possibili utilizzi potrebbe essere quello di creare un piccolo Social Network privato fra un determinato gruppo di persone, col quale organizzarsi, scambiare opinioni e idee in maniera rapida (cosa resa anche molto sicura dalla possibilità di vietare la visione del proprio blog agli estranei).

Prologue è utilizzabile fin da ora da tutti coloro che hanno un blog ospitato su WordPress.com (dove una volta risiedeva anche Mac Blog), ed è attivabile dal pannello presentazione del proprio blog, sotto il quale risiedono gli altri temi, o anche da tutti coloro che hanno una versione di WordPress installata su un host proprio, scaricando il pacchetto dal sito di Automattic (la società che si occupa di WP).

PERMALINK COMMENTA TWEET

Bill Gates usa l’iPod

Anche Bill Gates usa orgoglioso un iPod, ballando a ritmo di musica!

P.S. E’ un fake ;-)

[Via SkyTG24]

PERMALINK 6 COMMENTI TWEET

Mac Book Paper

Questa è una di quelle notizie idiote che tanto piacciono a me e che solo se siete dei veri malati di Apple potete capire: è nato il Mac Book Paper, ovvero una versione cartacea del Mac Book Air o, se preferite, in altre parole, un file PDF da stampare e incollare per realizzare di mano propria il nuovo gingillo portatile della mela.

Il video sopra è una parodia dello spot del portatile originale, in cui al posto di esserci un computer di alluminio ve ne è uno di cartone, appunto quello che è possibile realizzare grazie al PDF di apcommunity di cui ho parlato all’inizio.

Nel caso, in un momento di vuoto totale della vostra giornata, decideste di farlo (io di sicuro presto o tardi lo realizzerò) non dimenticate di postare il risultato sul gruppo di Flickr da me creato: PaperMac, in modo che faccia compagnia ai Mac Book Pro, PowerBook, MacClassic e molti altri oggetti della mela in cartone!

[Via Tuaw]

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Twitter is not a chat

Per tutti quelli che utilizzano Twitter (e io sono fra questi) e sono stufi di vedere invasa la timeline dei propri amici da continue risposte ad altri utenti, che trasformano il servizio quasi in una chat rovinandone l’utilizzo e rendendo complesso capire una qualsiasi discussione, questo Wallpaper di Action Datsun, trovato su Flickr oggi, è ottimo.

Per ricordarsi sempre che Twitter is not a chat.

PERMALINK 3 COMMENTI TWEET

500XL: le cuffie dell’iPod a ingrandimento 500x

Penso che non appena verranno presentate al pubblico e ne verrà reso possibile l’acquisto le prenderò, le  500xl, ovvero le nuove casse della Fred che paiono le cuffie fornite in ogni iPod ingigantite, in quanto la loro grafica è identica ma le dimensioni molto maggiori. Stando al nome mi verrebbe da pensare 500 volte maggiori ;-)

Le 500XL, di cui ancora non si conosce il prezzo, potranno riprodurre la musica o utilizzando delle batterie interne, o mediante l’entrata USB di un computer o ancora utilizzando la corrente elettrica grazie ad un alimentatore AC (non incluso).

Come ho detto prima, le attendo impazientemente sicuro che, se il prezzo non sarà molto alto, faranno presto un bel figurone sulla mia scrivania.

[Via Gizmondo]

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET

Zoom ottico per l’iPhone

Se avete intenzione di rovinare l’eleganza del vostro iPhone e trasformarlo in una patacca, almeno dal lato estetico, ve ne è data la possibilità grazie ad un gadget prodotto da DealExtreme in vendita al solo costo di 15 dollari ma che non so chi avrebbe il coraggio di attaccarlo al dispositivo, oltre che comprarlo.

In pratica si tratta di uno scomodo, brutto, sgraziato e, ribadisco, orrendo zoom ottico 6x da applicare alla fotocamera dell’iPhone, a cui aderisce mediante un involucro trasparente che abbraccia l’interno device. Il risultato di questo lo vedete nella foto a inizio post e nelle altre del sito che lo vende. Proprio bello. . .

[Via AppleCow]

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Un iPhone fatto in casa

 

C’è chi, come me, si costruisce con del cartone un iPhone in casa e chi, ben più abile manualmente, ne costruisce uno con dei materiali molto più simili a quelli originali dell’oggetto, ottenendo un mokup identico in tutto e per tutto al vero e proprio iPhone, con una sola differenza: l’assenza dei componenti interni.

L’utilità del risultato non c’è, come daltronde nel caso del mio iPhone di cartone, se non possedere finalmente un oggetto che assomigli all’iPhone nel caso non ce lo si possa permettere o, anche, non sia in commercio nel proprio paese.

Dal sito del suo creatore si trovano anche delle istruzioni per poter provare per contro prioprio a rifare il suo lavoro. Ma non è per nulla semplice e occorrono oggetti che ben poche persone tengono in casa.

[Via Gizmondo]

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Mac Book AirCraft

Il Mac Book Air non vi soddisfa? Preferite, invece che un computer ridotto all’osso, mancante anche di un driver per CD, di uno che abbia tutto, ma proprio tutto, in grado di soddisfare qualsiasi vostra esigenza? Apple ha per questo motivo prodotto Mac Book AirCraft, un portatile dotato di:

  1. Superdrive
  2. Floppy Drive
  3. Tre entrate USB 2.0
  4. Un entrata Ethernet
  5. DVD Output
  6. Tre entrate FireWire 400
  7. Due entrate Firewire 400
  8. Una clickwheel per utilizzare il Mac come iPod Shuffle

AirCraft, come potete notare dalle specifiche sopra, ha ogni genere di cosa. AirCraft è un portatile che offre più entrate e caratteristiche di un fisso. Un portatile che, alla fine, con tutte queste caratteristiche, risulta così pesante e ingombrante da essere un fisso. Ma questo è tralasciabile e perdonabile.

Desiderosi di poterlo mettere nella vostra tracolla? Un attimo di pazienza: Apple lo sta producendo in questi giorni e per ora non ha ancora lasciato Cupertino. Ma attendete ancora due o tre settimane e potrà essere vostro.

[Via AppleSfera]

PERMALINK 3 COMMENTI TWEET

Web2.0 Trend Map 2008

Della Web Trend Map ne avevo già parlato tempo fa (e nel caso vogliate sapere cosa sia vi consiglio di leggere quel post), ma è il caso di dedicargli un altro articolo non solo perchè continua ad essere meravigliosa, ma soprattutto perchè è giunta alla sua terza edizione, che vede l’aggiunta di molti siti Web, raggiungendo la cifra di 300.

Stupenda come in precedenza, è disponibile in differenti versioni, una in PDF per la stampa e una in HTML, con il link ad ogni sito riportato. Ben presto verrà anche reso possibile l’acquisto di una versione Poster (il cui prezzo potrebbe aggirarsi attorno ai 50 dollari), utile per appenderla in qualche parte dell’ufficio o casa e mostrare la propria passione per il web.

[Via Kottle]

PERMALINK 1 COMMENTO TWEET

Hit Me On My iPhone

Video: Hit Me On My iPhone

[Via Fake Steve]

PERMALINK COMMENTA TWEET

Webclip per tutti!

Apple-touch-icon.com raggruppa, organizza (per ordine alfabetico) e indicizza in un unico posto tutti quei siti che offrono un’icona specifica per la funzione Webclip dell’iPhone e iPod Touch (al riguardo cui una settimana fa abbiamo visto come crearne una per il proprio sito) e permette dunque ai suoi visitatori di sapere, per un determinato sito, se questo offra o no una ottimizzazione per l’aggiunta all’Home Screen di uno dei dispositivi. Con mia sorpresa ci ho trovato dentro anche Mac Blog stesso, nonostante io non l’abbia mai segnalato.

Interessante e carino dal punto di vista grafico, non si rivela comunque molto utile alla fine dei conti. Discorso diverso invece per iClypso, bookmarklet per iPhone e iPod Touch che consente di assegnare a qualsiasi sito in rete un’icona fra quelle disponibili, consentendoci dunque non solo di assegnarne una per quei siti che ne sono privi, ma anche di utilizzarne una alternativa nel caso quella fornita di defaut non fosse di proprio gradimento. Simile al precedente è anche Webclipme, ma con un’offerta decisamente più ampia, o Clipalizer, con come unica differenza che quest ultimo offre la possibilità di creare icone proprie e non di utilizzarne altre precedentemente realizzate dal creatore del sito stesso.

Quattro piccoli e semplici siti per utilizzare al meglio la nuova funzione Webclip dell’iPhone. Ne conoscete altri?

PERMALINK COMMENTA TWEET

Gli elementi per ricostruirsi un Apple Store in casa

Nel caso abbiate intenzione di costruire un Apple Store, una cosa da nulla e che capita tutti i giorni, nel caso abbiate intenzione di creare una sala mac nella vostra casa e arredarla nello stile dei bellissimi negozi Apple il sito Oobject ha dedicato una pagina agli Apple Store in cui elenca gli elementi interni ed esterni di cui sono composti e dove andare a reperirli. Forse non sarà molto utile sapere come è stata fatta la facciata esteriore di uno dei negozi, al contrario può tornare utile a un fan veramente sfegatato conoscere dove poter acquistare le sedie o i tavolini della mela per poter ricreare in casa un ambiente elegante come quello di Apple e simile in alcune cose a questo.

Molti degli oggetti presenti in lista, come fa notare il sito, sono usati da persone con Pei e Foster, mentre i pannelli esteriori degli store sono stati fatti dalla stessa persone che a San Francisco ha costruito il più grande palazzo moderno: il De Young Museum. Questo dimostra sia la cura di Apple nei dettagli ma soprattutto di come, ognuno di questi elementi, sia un grande oggetto di design.

PERMALINK 2 COMMENTI TWEET

MacHeads, un documentario su Apple

Video: MacHeads, un documentario su Apple

Vengo a sapere solo ora che è in corso la ripresa di un documentario interamente dedicato al mondo Mac: MacHeads. MacHeads è un documentario dedito a raccontare e spiegare il fanatismo e l’incondizionata devozione verso un brand come Apple. Il film permette di entrare nella storia della comunità che sta attorno al Mac e scoprire come Apple sia riuscita a guidare l’evoluzione nel campo informatico in tutti questi anni. MacHeads è dunque interessato a esplorare il lato umano che sta dietro Apple, a raccontare le storie dei suoi fan, di come questi diffondono il Culto del Mac.

MacHeads contiene al suo interno interviste a persone riconosciute e famose nell’informatica e soprattutto che hanno dato un contributo sostanziale nella evangelizzazione della mela. Fra queste si trovano, tanto per citarne alcune, Guy Kawasaki, Raines Cohen (coofondatore di uno dei primi AMUG), Adam Engst, uno dei primi a creare una newsletter sulla mela, Galen Brandt, fondatore negli anni 90 di un museo sulla storia di Apple, e molti altri ancora.

La ripresa e la creazione di MacHeads è oramai giunta a uno stadio finale e molto presto verrà reso disponibile a tutti per la visione (io personalmente non vedo l’ora che ciò avvenga). Come dice il sito ufficiale del progetto (ad ora irraggiungibile a causa dell’alto numero di visitatori ricevuto), manca solamente l’aggiunta di una colonna sonora e delle animazioni.

Ad ora tuttavia possiamo giusto gustarci il trailer, che ci permette di renderci conto di come il film prometta molto bene.

[Via Applesfera]

PERMALINK 3 COMMENTI TWEET

Parodia della pubblicità del Mac Book Air

Video: Parodia della pubblicità del Mac Book Air

Bello il PCAir, non trovate? Altro che Mac Book Air, questo si che porta con se enormi progressi!

PERMALINK 5 COMMENTI TWEET

Mac Book AIR Wallpaper

Se vi siete innamorati del nuovo Mac Book Air e non vedete l’ora di possederne uno, nell’attesa di toccarlo con mano, potete metterlo sul vostro Mac come Wallpaper, in modo che sia li ad osservarvi e a ricordarvi in ogni mometo della giornata che esiste.

A far questo vi viene in aiuto DevianArt, che fra i tanti wallpaper possiede nel suo archivio l’ottimo che potete vedere a inizio post, costituito da una foto del nuovo latop della mela accompagnata dalle parole dello spot pubblicitario.

[Via PlzAlliance]

PERMALINK 4 COMMENTI TWEET